Confermato Turbulence. Un nuovo grande artista internazionale nella lineup del festival

A poche settimane dalla nuova edizione dell’One Love World Reggae Festival di Latisana (UD) arriva a sorpresa un nuovo importante nome della scena reggae giamaicana: Turbulence

Turbulence rastafariano, classe 1980 nato in Giamaica e scoperto nel 1999 dal manager di Sizzla Kalonji, Philip “Fattis” Burel della Xterminator Labels, colorerà ancora di più la serata di venerdì 28 luglio, già riccamente animata da Assassin aka Agent Sasco e dai Meta and the Cornerstone.

Il cantante conscious debuttò affianco a Sizzla, aprendo i suoi concerti durante il Real Thing Tour, ed ebbe così da subito l’opportunità di raccogliere importanti prime esperienze davanti a un grande pubblico, che inizialmente, però, lo associava per stile e timbro di voce a Sizzla.

Con il tempo Turbulence riuscì a trovare uno stile ed un pubblico tutto suo.

Allo Sting-Festival del 2005 il cantante giamaicano fa il suo primo concerto davanti a un grande pubblico.

Nei testi delle sue canzoni emergono un grido di difesa contro discriminazioni razziali e un elogio al rastafarianesimo di Marcus Garvey, dove ci si auspica un rientro nella Mama Africa, considerata la terra madre di tutti i rastafariani.

Nel 2007 figura come uno dei tre protagonisti del documentario sulla musica underground giamaicana “Rise up”, prodotto da Luciano Blotta.

Il cantante torna in tour europeo quest’estate e la sua prima e unica tappa in italiana sarà al One Love World Reggae Festival di Latisana (UD) venerdì 28 luglio.