Ecco la lineup definitiva: confermati Ky Mani Marley e Big Mountain

Ky-Mani Marley One Love Festival ItalyMancavano alcuni nomi da confermare per ultimare la scaletta musicale dei 9 giorni del festival friulano dedicato alla musica e cultura reggae.

Con la conferma di Ky Mani Marley, dei Big Mountain e della rosa di artisti reggae italiani uniti sotto il nome di “Love Italian Reggae”: Jaka, Paulinho, Chisco, Mark-One e Nico Royale accompagnati dalla SoulLove Riddim band, il One Love è così pronto ad annunciare il calendario completo di tutta la manifestazione.

Presente già alla primissima edizione nel 2013, Ky Mani Marley torna a calcare il palco del One Love Festival  giovedì 27 luglio. L’artista, anche attore, classe 1976, scopre il suo talento musicale nel 1997, quando in coppia con Pras dei Fugees lavora a una traccia rap dal titolo “Electric Avenue”. Cresciuto con la madre, la tennista Anita Belnavis, per le strade di un sobborgo povero di Miami e prevalentemente lontano dal padre e la sua famiglia, Ky Mani non dimentica le sue origini giamaicane e le fa proprie nel suo percorso musicale. Le sue produzioni musicali si discostano da un tradizionale reggae e vedono la contaminazione di altri generi musicali che lo portano a produrre uno stile tutto suo che gli assicura ormai da molti anni un pubblico affezionato.

Era la fine degli anni 80 quando a San Diego in California si formarono i Big Mountain, band reggae americana dalla formazione internazionale che aprirà il mainstage del palco dell’One Love venerdì 21 Luglio alle 21,30. Il successo arriva con il remake in versione reggae di “Baby I love your way” di Peter Frampton, che arriva al numero 1 della classifica singoli USA e domina la Top5 europea e giapponese per quasi un anno. Il frontman Joaquin “Quino” ha origini messicano-irlandesi e proviene da una famiglia di musicisti mariachi. Insieme ad altri 9 membri da quando nel 1994/95 si esibiscono al Sunsplash giamaicano, le loro tournée in giro per il mondo non si fermano più fino al 2005, quando la band decide di fare un break. Il loro primo album “Perfect Summer” vede la luce, invece, solo nel 2016.

Mercoledì 26 Luglio è prevista una serata tutta italiana. Con “Love Italian Reggae”, ad alternarsi sul palco principale del festival saranno Jaka, veterano cantante reggae originario della Sicilia e residente a Firenze e considerato uno dei pionieri della musica reggae italiana, nonché tra i migliori artisti del genere che abbiamo sulla penisola. La sua straordinaria carica live, energica e coinvolgente l’ha visto protagonista su  importanti palchi reggae come quelli di Kingston, New York, Londra, Parigi, Barcellona e molti altri. Jaka è anche Resident Dj dell’Auditorium Flog di Firenze dove è creatore e co-direttore artistico della serata “Vibranite – il tempio del Reggae” l’evento che ha ospitato il maggior numero di concerti di artisti giamaicani in Italia.
 Dalla Sardegna arriva anche Paulinho, cantante dal timbro tipicamente “black”, con una voce calda, dotato di una versatilità che gli permette di cantare anche ciò che va al di fuori dei generi della “black music”. La sua voce, caratterizzata dal tipico vibrato”suffering” lamentoso dei cantanti di colore, cambia secondo ciò che canta e gli permette di cantare sia su delle note principalmente femminili, sia su delle note basse-baritonali tipiche maschili. Di origine hip hop, invece, Chisco, che 14 anni fa sul muretto di Viareggio comincia a rappare e nel 2000 incontra il Blackheart sound system, che lo porta a scoprire i singjay giamaicani. Entra così, nel 2001, a far parte dei Working Vibes, con cui collabora fino al 2012 quando porta alla luce il suo primo album da solista cantato in patois dal titolo “Come Again”. Il suo ultimo lavoro “ITAL”, dai ritmi newroots, richiama la “Ital living” della cultura rasta italiana ed è cantato in italiano. Tra i più attivi personaggi del panorama reggae italiano, Mark-One pure raggiungerà la serata tutta italiana del festival friulano. Attivo sulla scena nazionale dal 1998, nel 2004 produce insieme al genio del dub Mad Professor “Bomba libera tutti” insieme ai Dubital, mentre nel 2010 esce il suo “Progetto Bastardo” con la Soulove records. Il suo live da cantante e da dj  con una session dub dal nome “B.Dub Mono Session” ha raggiunto molti palchi europei. A colmare la serata italiana arriva anche Nico Royale, tra i più interessanti artisti della scena reggae italiana, dallo stile melodico ma allo stesso tempo esplosivo che lo ha portato a produrre tre album, di cui l’ultimo, “Ghetto Stradivari”, uscito a maggio 2016, arriva in poche ore dalla sua uscita subito al secondo posto della classifica reggae Itunes Italia. Sarà la SouLove Riddim Band, il gruppo di musicisti dell’etichetta SouLove Records di Ferrara ad accompagnare la serata tutta italiana.

Per quanto riguarda altri nuovi nomi per l’area dancehall il festival annuncia anche l’arrivo dei Huntin Sound da Gorizia per la serata del 26 Luglio, della EmatoRas Family da Parma per la serata del 27 Luglio, della Torino Bass Culture dal capoluogo piemontese per il pre-serata del 26 Luglio e del djset di DJ Afghan, già precedentemente annunciato come nuovo collaboratore del festival friulano per la serata di lunedì 24 Luglio.

Per le serate dub invece arrivano anche Zizze Selecta & Mannaroman per il pre serata di venerdì 28 Luglio, quando a chiudere la stessa ci penserà Moa Anbessa. Per gli amanti della musica dub Aba Shanti I sarà il protagonista della notte in battere e levare dai forti bassi di martedì 25 Luglio. Per chi va matto per la dancehall, l’appuntamento di spicco è previsto per sabato 22 Luglio con Sentinel Sound dalla Germania.

Tutto il resto della line up completa di date ed orari è consultabile alla pagina www.onelovefestival.it/onelove/2017/programma.

Anche sul fronte delle attività giornaliere il festival si animerà con corsi di yoga, shiatsu, workshop, simposi d’arte, attività ludiche per i bambini e feste con djset in piscina e dal bar del campeggio. L’intrattenimento al festival è assicurato.

Al One Love la differenza è esserci.